SEGUI IL DISAGIO SU:

informativa cookie e privacy

home > prevale l'attuale >

La par(ti)cella di dio

Il 4 luglio 2012 la comunità scientifica internazionale si scopre in fibrillazione per l’annuncio al Cern di Ginevra della scoperta dell’esistenza sperimentale del bosone di Higgs.

Trattasi più precisamente della verifica empirica del supposto campo di Higgs, tramite la cui interazione le altre particelle fondamentali acquisiscono, in maniera variabile, quella proprietà della materia a noi conosciuta che denominiamo massa.

Capito niente?

Tranquilli, una bella maggioranza della popolazione (compresi molti giornalisti) è nella medesima situazione.
Quindi non facciamo di questa ignoranza una virtù, ma niente panico.

L’importante potrebbe essere ad esempio sapere che i molteplici riferimenti fatti all’onnipotente demiurgo sono, in questo caso, fuori luogo come un pesce alla maratona di New York.

O come un vegano alla sagra del cinghialotto.

O un demofobico all’ikea il sabato pomeriggio.

O un papaboy in un qualunque evento culturale.

Scienza e fede si sfidano reciprocamente da diversi secoli, anche se, quando parlano l’una dell’altra, sovente sembrano fare a gara a chi dice più corbellerie.

Comunque, se proprio non si riesce a resistere ad un accostamento intellettuale, mi piace pensarlo surreale: che questo giorno d’estate venga ricordato nella storia come il giorno nel quale l’oste più famoso, fumoso e venerato dall’umanità ci ha presentato il suo conto.

meditato da Mr SeeRed
08-07-2012

Vuoi lasciare un commento? Scrivilo sul "Muro del Disagio"

CERCA NEL DISAGIO: