SEGUI IL DISAGIO SU:

informativa cookie e privacy

home > sonata desolata >

Un disco e le sue connotazioni temporali

IMG_0318

Sono passati parecchi anni dall’uscita di questo disco, infatti era il 2003.
Non posso trattenermi dal dire, che per me e non solo per me, è uno di migliori dischi italiani usciti negl’ultimi dieci anni.
Canzoni Dell’Appartamento di Morgan insomma è un discone.
Non importa cosa pensiate adesso di Morgan e questo lo dico un po’ anche a me.
Comunque sia mi rimane l’indelebile affetto artistico.
Ma quando ho comprato questo disco cosa succedeva intorno a me?
Sicuramente ero uscito nella pausa pranzo per comprarlo, quindi lavoravo ancora in un ufficio.
La prima volta che l’ho ascoltato, non accompagnavo più Francesca al 31 di quella via, dove ora ci passa il tram.
Al secondo ascolto non era ancora arrivata Betty
ma potevo mandare un sms a Erica anche se era tardi.
Lo ascoltavo mentre stava già passando Chiara
e intanto che lo ascoltavo in random, sarebbe arrivata Nicole.
Purtroppo lo ascoltavo mentre a passo fortunatamente molto sostenuto sarebbe passata anche Rossana.
Quando ascoltavo “Altrove” non lavoravo ancora in quella libreria.
Beh, avevo sicuramente più capelli.

Intanto che lo ascolto posso omettere altre connotazioni temporali.
Una cosa non c’era quando è uscito questo disco che tutt’ora non c’è; quella ragazza con quegli occhioni grandi.
Rimane anche se mi sono rincoglionito, la voglia di fare gli esperimenti; “di combinare i miei sentimenti con quelli di un altro e poi come negli incidenti effettuato lo scontro si riparano i danni”

Traccia fantasma del post: Le ragioni delle piogge

 

 

meditato da Mr Purple
11-03-2013

Vuoi lasciare un commento? Scrivilo sul "Muro del Disagio"

CERCA NEL DISAGIO: